Traccia corrente

Titolo

Artista

Show attuale

Show attuale

Background

L’APDO la riacciuffa nel finale, con l’Urgnanese finisce 1-1

Scritto da il Settembre 27, 2020

APD Oratorio Brusaporto 1-1 Urgnanese

 

Formazione (4-2-3-1): Morotti; Pezzotta, Mazzoleni, Micheletti, Gasparini; Finazzi, Signorelli; Bonetti, Tagliaferri, Briguglio; Gatti

Gol: 35′ st Zanotti (U), 43′ st Giossi (O)

Inizia con un pareggio e tanti rimpianti il quarto campionato consecutivo in seconda categoria dell’Oratorio Brusaporto: l’1-1 è un compromesso accettabile per quanto visto in campo, ma il rigore fallito da Giossi a tempo scaduto lascia l’amaro in bocca e rimanda l’appuntamento con i primi tre punti dell’anno.

Come ad ogni inizio di stagione, i propositi sono molteplici: l’obiettivo rimane quello della salvezza, ma le caratteristiche della rosa 20/21, riconfermata nella quasi totalità, ampissima e giovane, sembrano alludere all’ambizione di condurre finalmente un campionato tranquillo e non di rincorsa, in cui anche l’APDO possa dire la sua. E il primo tempo della partita odierna ci racconta di una squadra combattiva e grintosa, attitudini fondamentali per una categoria che bada poco a fronzoli e tatticismi. La frazione si gioca in gran parte nella metacampo ospite, e tuttavia l’APDO non riesce a legittimare con il gol la superiorità territoriale: le occasioni per i rossi si riducono ad una bella punizione di Bonetti al 9’, parata in tuffo dal portiere avversario, e ad una giocata di fino di Gatti, interrotta sul più bello nell’area dell’Urgnanese.

Nel secondo tempo i ritmi inevitabilmente calano e i cambi offensivi di Alborghetti non danno la svolta attesa. Bisogna attendere la mezz’ora per le prime occasioni: un passaggio filtrante avversario che non viene spinto da nessuno nella porta sguarnita e un bel tiro di Briguglio da fuori area, che termina di poco a lato del palo. Al 35’, immeritato per come si era sviluppata la gara, arriva il vantaggio dell’Urgnano: Morotti sbaglia il rinvio e regala la palla a Zanotti, che ringrazia e infila l’1-0.
Lo svantaggio punisce la mancanza di concretezza dei nostri, ma sembra dare la proverbiale sveglia: da lì a poco l’APDO va prima vicino al pareggio con Ranghetti, che al termine di un’azione rocambolesca calcia addosso al portiere, e trova poi il pareggio con Giossi, che a due minuti dal 90’, servito in profondità da Briguglio, brucia la difesa ospite e insacca, diventando il primo marcatore del campionato dell’Oratorio. Lo stesso Giossi si incarica, al minuto 93, di battere il rigore guadagnato dal perseverante Ranghetti, ma la sua conclusione alta stronca le ambizioni di vittoria della squadra di Alborghetti.

Sei mesi e undici giorni: tanto era passato dall’ultima partita di campionato giocata dall’APDO prima della sospensione forzata. Eppure i ritmi forsennati della preparazione settembrina hanno plasmato una squadra dalla buona forma atletica, che sembra non pagare la lunghissima pausa. I giocatori paiono motivati: manca ancora la concretezza sotto porta, per impedire che altre gare apparentemente ben gestite come quella odierna possano trasformarsi all’improvviso in fastidiose magagne, e l’augurio è che i nostri possano trovare il gol più facilmente già a partire dalla prossima gara, che li vedrà di scena sul campo dell’Oratorio Stezzano.

 

APDO-Urgnanese 1-1

 


Opinione dei lettori

Commenta

La tua email non sarà pubblica. I campi richiesti sono contrassegnati con *