Non sono solo passi di danza

Written by on 18 Gennaio 2017

Mi hanno sempre affascinato i video musicali degli artisti, ma soprattutto mi attirano di più quelli in cui ci sono delle coreografie. Perciò oggi ho deciso di parlarvi dei passi memorabili che ci ricordano una specifica canzone, sia vecchie che attuali.

Come iniziare se non con il re del pop, Michael Jackson e la sua Thriller, del 2010. Sono indimenticabili gli zombie che ballano a ritmo di musica, con mosse che ricordano le movenze di un morto vivente e con costumi stracciati e sporchi, come appena usciti dalla terra. Nonostante lui ci abbia sempre mostrato i suoi passi di danza, Thriller rimane sempre la più impressionante.

Dal re del pop, alla regina, ovvero Beyoncè, che nel 2010, ha ribaltato il mondo della musica con Single Ladies. Il dito che punta alla mano, al fine di metterci un anello, lei è stata il simbolo di tutte le ragazze single in cerca di un fidanzato e sostenitrice della bellezza di tutte le donne.

Beh, quando ascolti questa canzone non puoi fare altro che metterti a ballare. Sto parlando di Party Rock Anthem dei LMFAO, che ha fatto scatenare tutto il mondo, con costumi colorati e capigliature strampalate. Possiamo chiamarli i rivoluzionatori della shuffle, dato che questo è l’unico passo concepito nel loro video musicale.

Poi c’è lei, l’artista più trasgressiva del pop, Lady Gaga, che tra tutte le sue hit, la più conosciuta rimane sempre Bad Romance. Appena inizia, non possiamo fare altro che immedesimarci in lei, cantando e ballando come pazzi, non dimenticandoci della tutina rossa che indossava nel videoclip.

Parlando di fenomeni mondiali, ricordiamo tutti il tormentone che ha caratterizzato il 2012: Gangnam Style di Psy. Questo piccolo ometto asiatico con degli occhiali da sole, ha fatto ballare tutti quanti con i suoi passi unici e divertenti.

Passando alle canzoni più recenti degli ultimi tre anni, non posso non citare Sorry di Justin Bieber. Questa è una canzone che mi piace molto, ma soprattutto il video mi ha colpito molto, nel quale ballano le ballerine di una crew americana molto famosa la Royal Family, che hanno portato una coreografia d’impatto.

Possiamo elencare tutte le hit del 2016 delle Fifth Harmony, Work From Home è stata quella più ascoltata, non solo per il ritmo particolare, ma anche per il video musicale. Le 5 ragazze, nelle vesti di muratrici, ballano e cantano con sfondo una casa ancora da costruire e dei muratori stupiti.

Chi se non Jennifer Lopez deve essere in questa lista. Nel 2016 è tornata sul palcoscenico musicale con Ain’t Your Mama e ha portato sia nel testo della canzone che nel video, il potere e l’indipendenza delle donne, soprattutto nella parte, quando ballano in mezzo alla strada.

Come canzone del debutto, Sia ha impressionato tutti, ma ancora di più lo ha fatto il video di Chandelier. Una bambina, che a parer mio è pazza o indemoniata, con una parrucca bianca che fa passi mai visti e che nessuno si sognerebbe di provare a fare.

E ultimo, ma non per importanza, c’è Bruno Mars che nel 2014 ci ha fatto ballare a ritmo di funky. Possiamo dire che ci ha riportato un po’ dietro nel tempo con il suo video e con il suo stile inconfondibile.


Reader's opinions

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.


[There are no radio stations in the database]