74ª Mostra Internazionale del Cinema di Venezia

Scritto da il 21 Settembre 2017

In una delle più belle città di tutto il mondo si è appena conclusa, precisamente il 9 settembre, la 74ª Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica, organizzata dalla Biennale di Venezia.
Dieci giorni in cui si vuole vuole favorire la conoscenza e la diffusione del cinema internazionale in tutte le sue forme, in uno spirito di libertà e di dialogo e organizza retrospettive e omaggi a personalità di rilievo, come contributo a una migliore conoscenza della storia del cinema.

In quest’edizione 2017, tutti i fari erano puntati sulla città italiana e Venezia ha battuto l’eterna rivale Cannes, consegnando il leone d’oro a tutti quelli che lo meritavano, seppur favorendo i film stranieri a quelli di casa nostra.

Ma attesissime erano le star che hanno sfilato sul tappeto rosso, italiani ed internazionali. La coppia più attesa era sicuramente quella formata dai due attori spagnoli Javier Bardem e Penélope Cruz, bellissimi come sempre, in gara con il loro ultimo fil Loving Pablo, in cui i due interpretano il narcotrafficante Pablo Escobar e Virginia Vallejo, giornalista e amante del criminale. Il film è stato molto apprezzato dal pubblico, soprattutto grazie alla splendida interpretazione di Bardem, che si è completamente calato nella parte, studiando a fondo la vita di Escobar, tanto da far addirittura spaventare la moglie sul set che in alcuni momenti credeva di avere proprio il narcotrafficante con se e non il marito.

Ed un’altra coppia è stata acclamata da tutti, seppur non in concorso. Robert Redford e Jane Fonda, insieme sullo schermo con il loro ultimo film Our Souls at Night, hanno ricevuto il leone d’oro alla carriera e sono stati così descritti da Alberto Barbera, direttore della mostra: “ Una delle poche star hollywoodiane che ha avuto una vita contraddistinta da atteggiamenti altrettanto risoluti e fieri” Jane e “Un attore  che ci ha accompagnato attraverso cinquant’anni di storia americana con una combinazione di rigore, intelligenza e grazia che resta insuperabile” Robert. Una doverosa standing ovattino e svariati minuti di applausi per le due star che hanno ritirato il loro premio tra le lacrime di commozione.

Un altro film in gara era l’italiano Ammore e Malavita, dei Manetti Bros. che raccontano la città di Napoli attraverso un musical. La storia di un boss, Don Vincenzo, che verrà tradito e di tanti altri personaggi che vivono le loro vite sempre con la paura di essere scoperti o uccisi dal boss. Un musical divertente e inedito che racconta la cruda realtà della malavita napoletana in chiave ironica ma che vuole anche raccontare la bellezza di Napoli che non è solo mafia e malavita me è anche punto come dice il titolo “Ammore”.


Le opinioni dei lettori

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Campi richiesti con *


Continua a leggere

Radio Brusa

Young Station

Current track
TITLE
ARTIST