Al chiaro di una nuova luna

Written by on 16 Mar 2018

L’ultima edizione di X Factor ci ha lasciato davvero senza parole: scenografie pazzesche, ospiti eccezionali e intrattenimento a 360°. Ma quello che verrà ricordato da tutti sarà sicuramente la grande musica e gli artisti di quest’anno, in particolare i finalisti.

E sicuramente il gruppo finalista, sono giovani, bravi e belli, i Måneskin, “chiaro di luna” in danese; Damiano, Ethan, Thomas e Victoria nel bene e nel male, saranno ricordati per sempre e, seppur arrivati secondi, sono stati loro i veri protagonisti di questa edizione, dalle audizioni alla finale.

Un mix di “coattaggine e sicurezza di sé” li ha portati fino alla fine, ma li ha anche stroncati all’ultimo televoto, dove sono stati battuti, per pochissimo da Lorenzo Licitra.

La troppa sicurezza, la loro sfortuna: ragazzi romani dai 16 ai 18 anni, si sono presentati alle audizioni sfacciati, sfrontati, super talentuosi con un look gipsy, lasciando senza parole i quattro giudici che nelle passate edizioni non aveva mai visto un gruppo, così giovane, calcare il palco con quell’energia. Passano con facilità ai live, ma vengono sommersi fin dal primo minuto da una marea di critiche; “Sono troppo giovani”, “Chi si credono di essere?”, “Damiano a 18 anni pensa di essere una rockstar?”, “Ma come si vestono?” o “Ma sono sempre mezzi nudi!”. Queste solo alcune delle frasi che i quattro ragazzi si sono sentiti dire, e non solo durante il programma; come hanno rilasciato in più interviste, anche prima di essere conosciuti dal grande pubblico, hanno sempre ricevuto pesanti critiche sul loro modo di comportarsi. Soltanto sul loro modo di comportarsi, infatti.

Perché nel momento in cui salivano sul palco e iniziavano ad  esibirsi, tutti si dimenticavano dei loro 16,17 e 18 anni, delle loro pellicce e occhiali enormi, dei loro anelli, delle loro unghie laccate di nero e del loro essere senza peli sulla lingua. Esibizioni da lasciare a bocca aperta e potenza assurda, passano dai brani più classici a quelli più aggressivi (con performance da lasciare a bocca aperta) a quelli dove sono semplicemente loro con i loro strumenti e la loro voce, senza una minima scenografia e riescono sempre rubare la scena a tutti: finalmente a X Factor si vede qualcosa di nuovo, fresco e inaspettato, che non tutti i telespettatori però, visti i risultati, hanno apprezzato. Al contrario di tutti quelli che invece hanno acquistato il loro singolo “Chosen”, che ancora prima della proclamazione del vincitore era certificato disco d’oro.

Passa un mese e i Måneskin annunciano il loro primo tour e scalano le classiche, arriva il doppio disco d’oro e quello di platino e i sold out per tutte le date, pure quelle aggiunte a seguito delle  numerose richieste.

Insomma stanno vivendo a pieno il loro sogno, ogni giorno in un città diversa, fan che urlano il loro nome, inviti agli eventi più seguiti (addirittura invitati, in prima fila, alle sfilate di Fendi e Valentino) e interviste su tutte le riviste. Ma restano sempre, prima di tutto, dei ragazzi e allora nei giorni, pochissimi ormai, liberi subito vedono gli amici e la famiglia, fanno shopping e cantano a squarciagola in macchina.

Insomma, ci si deve rassegnare e ammettere che questi quattro sono davvero bravi e che apriranno le porte ad un nuovo stile, sia per quanto riguarda la musica, sia per quanto riguarda il modo di vestire, che ora li vede come guru assoluti della moda. Prepariamoci.

É iniziato il 2018, è iniziata l’era dei Måneskin.


Reader's opinions

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.


[There are no radio stations in the database]