Anbox – Eseguire applicazioni Android su Linux

Scritto da il 22 Aprile 2017

Il pinguino e la filosofia OpenSource non smettono mai di regalarci sorprese, ed è infatti in queste mese che un progetto poco conosciuto, Anbox, ha trovato la sua fama.
Grazie a questo software (per Linux) è possibile eseguire nativamente le applicazioni Android sul proprio PC. Lo ho testato per voi e devo dire che funziona veramente bene. Spotify funziona, ad esempio.

Ci sono, tuttavia, alcune considerazioni da fare:

  1.  Le applicazioni Android da eseguire devono essere state compilate in x86, mentre la maggior parte degli sviluppatori, essendo il market Android esclusivamente interessato ai telefoni e ai tablet, compila le proprie app per l’architettura ARM, usata appunto da quest’ultimi dispositivi. Trovare la versione x86 della applicazione che si vuole installare sul proprio PC potrebbe non essere così immediato, ma usando Google tutto è possibile.
  2. Anbox è in versione alpha. Con alpha si intende tutti quei software che sono ancora altamente instabili e che non hanno ancora raggiunto la fase completa. Potrebbe volerci del tempo prima che tutte le applicazioni esistenti siano supportate al 100%, ma vi assicuro che già adesso svolge il suo lavoro in maniera eccellente.
  3. La sua installazione non è proprio alla portata di tutti, bisogna avere un minimo di conoscenza dell’uso del terminale, cosa che un utente Linux medio dovrebbe comunque avere, ma il team sta lavorando a semplificare il processo d’installazione
  4. Google Play Service e compagnia bella (G Maps, Foto, …) non vanno. Non possono andare, questo è Android, non l’Android che vendono nei telefoni, quello è Android preso da Google e modificato. L’Android di Anbox è un Android puro. Il team di sviluppo sta comunque lavorando a portare Google Play Service su Anbox, ma non è attualmente una priorità.

Fatte queste considerazioni, vi lascio il link ufficiale del progetto, http://anbox.io

 

Ora colgo l’occasione per un momento di riflessione. Linux non ha mai preso il mercato dei PC domestici, dominato incontrastato da Windows, e probabilmente mai lo prenderà. Tuttavia questo apre nuove porte e possibilità a tutti i sistemi Linux, che, in un futuro, potranno vantare della “feature” di eseguire applicazioni Android. Questa utopia non è poi così lontana, in realtà. Google Chrome OS, il sistema operativo creato da Google basato su Google Chrome (e altre cosucce), è già in grado di eseguire le app Android, e lo pubblicizza come una grande funzionalità del suo sistema operativo, durante la vendita dei suoi PC, i chromebook. Google Chrome OS, però, a differenza di Anbox, non è opensource, ciò vuol dire che noi non sappiamo cosa esattamente accada dietro le quinte, e col passare del tempo e con l’aumentare della mia conoscenza informatica ho imparato a non fidarmi più di nessuno, ma solo di ciò che fornisce il proprio codice.

Buona esecuzione di app Android su Linux a tutti 🙂


Le opinioni dei lettori

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Campi richiesti con *


Continua a leggere

Articolo successivo

APDO Brusaporto 2-2 Montello


Immagine
Articolo precedente

Teddy bear


Immagine

Radio Brusa

Young Station

Current track
TITLE
ARTIST