CALCIOORATORIO BRUSAPORTORISULTATI SPORTIVISPORT

APDO, che peccato. Lo Stezzano la spunta per 4-2

ORATORIO STEZZANO 4-2 APD ORATORIO BRUSAPORTO

 

L’ora della doccia fredda: un APDO ostico e combattivo cede sul più bello ad un Oratorio Stezzano non irresistibile, uscendo con le ossa rotte da una gara che sembrava davvero vicina all’essere portata a casa.  Risultato figlio di errori individuali in un match nel quale la squadra aveva nel complesso risposto bene, dando continuità alle buone uscite di fine girone d’andata.

La prima frazione si apre su ritmi non altissimi, ma l’intensità si fa in crescendo lungo il procedere del match: la prima occasione significativa per i nostri capita a Di Puccio, che al 22’ tira poco a lato dal limite dell’area. Alla mezz’ora è lo Stezzano a fallire la clamorosa opportunità del vantaggio: Passera stoppa di petto in area, si gira e calciando di prima intenzione conclude fuori, in quello che era sostanzialmente un rigore in movimento. Gol sbagliato, gol subito: 4’ dopo l’APDO trova il vantaggio con Rocchi, che recupera palla nella trequarti stezzanese e dal limite batte il portiere, siglando il terzo timbro personale in campionato.

Nella ripresa l’APDO pare legittimare il proprio vantaggio chiudendosi bene e continuando ad esprimere grande intensità: ma al 60’, fulmine a ciel sereno, Suardi trova il pareggio, servito da solo in area da un calcio d’angolo battuto rasoterra. Nemmeno il tempo di esultare che gli ospiti trovano il nuovo vantaggio con Tagliaferri, che devia in porta un cross rasoterra di Bonetti dalla fascia sinistra. La reazione dello Stezzano è altrettanto fulminea, tanto che al 22’ i conti sono nuovamente pareggiati: Rota viene imbucato davanti a Tribbia e lo batte, in un’azione partita con un fallo abbastanza netto su Mazzoleni non fischiato. Anche nella giornata di oggi l’operato arbitrale non è stato troppo benevolo con i nostri: alla mezz’ora del secondo tempo Di Puccio, lanciato solo verso la porta avversaria, viene fermato per fuorigioco inesistente, dopo che inizialmente il direttore aveva apertamente lasciato proseguire l’azione. Nonostante il pressing offensivo l’APDO viene tradito dal proprio estremo difensore, i cui errori nel finale tagliano definitivamente le gambe ai giallorossi. Al 76’ Tribbia esce male e in ritardo su un lancio in profondità, Rota lo supera e segna a porta vuota. L’APDO ci prova con Rocchi, che servito defilato da Bonetti calcia addosso al portiere, e Tagliaferri, che su sponda di Rocchi in area tira alto, ma è nuovamente lo Stezzano a gioire: una punizione in area lasciata correre da portiere e difensori diventa un prelibato assist per Mazzone, libero di colpire di testa da zero metri. A tempo scaduto, infine, Giossi sbaglia un rigore oggettivamente molto dubbio.

L’eredità della partita di Stezzano è intrisa di rammarico e rimorsi: penalizzati dagli episodi, gli uomini di Alborghetti escono senza punti da una gara che avrebbero meritato di vincere. Il Montello quartultimo rimane distante appena un punto: il livello della squadra si vedrà nella capacità di reagire a questa brutta delusione nella partita di settimana prossima, che vedrà i nostri contrapposti al Bagnatica, inchiodato all’andata sull’1-1.