Gol, spettacolo e tifo: prima vittoria per l’Oratorio Brusaporto

A.P.D. ORATORIO BRUSAPORTO 5-1 COSTA DI MEZZATE

 

Cinque gol, azioni a non finire, qualità e grinta, dominio territoriale nel primo tempo e discreto controllo nel secondo: era la partita da non sbagliare, uno scontro diretto a campionato autunnale che poteva tuttavia già dimostrarsi decisivo per le sorti della stagioneSupportati da una tifoseria instancabile nostri centrano una vittoria importantissima in termini di risultato, prestazione e morale, si rilanciano dopo tanti insuccessi e guadagnano il quartultimo posto della classifica, che significa, con tutta la scaramanzia del caso, momentanea salvezza.  

La straordinaria domenica giallorossa si apre dopo appena 10’ con la rete di Giossi: servito in profondità, l’esterno brucia in velocità El Guelta, salta il portiere e appoggia in porta il più facile dei gol.  Il raddoppio, 7’ dopo, è una fotocopia dell’1-0, con Giossi che sfrutta nuovamente un filtrante di Signorelli e batte efficacemente Beltrami. Il dominio brusaportese prosegue con la doppietta di Tagliaferri, che al 23’ e al 35’ infila due volte di testa la rete neroverde. Sul finale di primo tempo l’APDO cala la definitiva saracinesca sul risultatoMollica serve in profondità Giossi, questi salta un paio di uomini e appoggia per Rocchi, che si libera in area del difensore e spiazza di sinistro il portiere. L’unico timido tentativo degli ospiti è un tiro di Leanza alla mezz’ora, parato di piede da Tribbia 

Proprio il portiere brusaportese si dimostra grande protagonista della seconda frazione, nella quale i padroni di casa abbassano consapevolmente il ritmo forsennato del primo tempo e contengono gli assalti del Costa: diverse belle parate da parte del numero 1 rosso, che tiene il punteggio sul 5-1 dopo la rete di Yassou al 53’ ed impedisce agli ospiti di riaprire la partitaAnche l’APDO si fa vedere a più riprese dalle parti di Beltrami: al 60’ Orlandini si fa ipnotizzare nell’uno contro uno e il suo tiro viene deviato in angolo; al 78’ Bonetti recupera un buon pallone al limite dell’area, salta un uomo ma conclude male di esterno destro; infine Ranghetti, a tempo scaduto, tenta una forte conclusione in area, tirando poco sopra la traversa.  

Il roboante successo sul Costa dà nuova linfa ad un ambiente che rischiava di demoralizzarsi dopo i recenti risultati negativi, per quanto quasi mai accompagnati da brutte prestazioni: sbloccatisi finalmente in fase realizzativa, gli uomini di Alborghetti danno finalmente sfogo ad un’inventiva che non era mai venuta meno anche nelle sconfitte delle ultime uscite. Buona prestazione da parte di tutti i titolari, ma soprattutto intensità e voglia anche dai neo-entrati, che hanno rilanciato l’APDO in fase d’attacco nel finale di gara. Il primo passo verso la salvezza è la vittoria negli scontri diretti: l’obiettivo stagionale è ancora molto lontano, ma un importante tassello del puzzle è stato sicuramente posizionato.