Brusaporto 0-0 Castellana

Scritto da il 30 Ottobre 2017

Oggi pomeriggio in Via Belvedere non si gioca una partita come le altre. Per i padroni di casa si disputa il primo incontro senza il Grande Presidente Giovanni Comotti; per questa partita la società giallo-blu ha desiderato il pubblico delle grandi occasioni per ricordare il Grande Pres, Brusaporto-Castellana è a porte aperte permettendo a chiunque di partecipare trasmettendo vicinanza, fiducia e soprattutto una grandissima dose di carica alla squadra di Mister Mignani. Attraverso un comunicato pubblicato sul sito della squadra , giovedì mattina , la società del Calcio Brusaporto ha invitato tutte le proprie squadre dai piccoli fino ai giovani della juniores con i propri genitori e con i rispettivi allenatori, uniti in ricordo del Presidente e vicini alla squadra che deve assolutamente vincere per restare nelle zone più nobili della classifica. Prima dell’inizio della partita il capitano giallo-blu , Fogaroli, compie un gesto molto commovente in memoria del suo Pres, depone un mazzo di fiori esattamente dove Giovanni Comotti sedeva puntulamente ogni domenica per assistere alla partita dei suoi ragazzi. Dopo ciò, le squadre entrano in campo accompagnati dai ragazzi del settore giovanile e i padroni di casa per l’occasione indossano una maglia bianca con una scritta blu “ CIAO PRES” in memoria di Giovanni Comotti.

In seguito al minuto di silenzio ha inizio la partita, tutti si aspettavano una vittoria dai ragazzi di Mister Mignani, sfortunamente l’incontro termina a reti inviolate. Nei primi minuti di gara regna un certo equilibrio. Al 15’ vi è la prima grande occasione per i giallo-blu, ma Salandra non trova lo specchio della porta e calcia fuori. Dopo questa occasione le due squadre si studiano a vicenda. Al 25’ cross di Fogaroli in area di rigore ma l’attacco giallo-blu non ne approfitta. Gli ospiti nel corso del primo tempo non creano nessuna azione pericolosa per la difesa dei padroni di casa, le uniche due occasioni sono state una punizione al 22’ respinta da Tomasi e un tiro di Gyamfi che approfitta di un errore difensivo del Brusaporto, ma calcia fuori. Il primo tempo si chiude sullo 0-0.

La seconda frazione di gioco vede entrare in campo i padroni di casa con molta più convinzione rispetto al primo tempo, il Brusa pare crederci. Al 52’ capitan Fogaroli si procura un calcio di rigore, ma purtroppo come si dice la fortuna non gira dalla parte dei padroni di casa, Fogaroli sbaglia lasciando il risultato ancora invariato. Il pubblico delle grandi occasioni non si arrende, sostenendo la squadra di casa con applausi ed incitamenti, tutti ci credono. La squadra sentendo il calore del suo pubblico non demorde, al 55’ vi è un’altra grande occasione, cross di Tomasi in area purtroppo non concretizzato dall’attacco giallo-blu; al 12’ Fogaroli per farsi perdonare, tenta un tiro diretto allo specchio della porta, ma non c’è nulla da fare viene respinto.

Il Brusa c’è, i ragazzi di Mignani vogliono a tutti i costi la vittoria, esiste solo la squadra di casa in campo. La fame di vittoria sfortunatamente porterà l’allontanamento dal campo del mister giallo-blu per proteste. Tante occasioni, ma nessuna vera concretizzazione. Il Brusa non demorde, a 10 minuti dalla fine Gelpi si mangia la rete del vantaggio, tutto inutile il goal della vittoria non arriva… nei minuti di recupero abbiamo ancora un tiro del capitano giallo-blu che viene per l’ennesima volta respinto dalla difesa ospite. Con questa ultima vera occasione per il Brusaporto si chiude la partita a reti inviolate. Sicuramente da oggi abbiamo un motivo in più per dare di più!

Non molliamo! Avanti Brusa!


Le opinioni dei lettori

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Campi richiesti con *


Continua a leggere

Radio Brusa

Young Station

Current track
TITLE
ARTIST