Finalmente i Thegiornalisti!

Written by on 22 Mar 2018

É uscita da pochissime ore ma è già in loop in tutte le radio. I Thegiornalisti sono tornati con un nuovo bellissimo pezzo, “Questa Nostra Stupida Canzone d’Amore”. L’avevano annunciata qualche giorno prima soltanto postando le iniziali “QNSCDA” e qualcuno aveva tirato ad indovinare il titolo, da “Qui Non Serviamo Cibo d’Asporto” fino alla versione più alcolica “Quattro Negroni Sbagliati Credo Dovrebbero Abbastare” (sì, il verbo “abbastare” esiste). Ma sono bastati davvero pochi ascolti per farci amare questa canzone; se Tommy Paradiso ultimamente aveva deluso i fan cadendo nel commerciale (vedi “Riccione” e “Pamplona”), sfruttando forse il suo essere un belloccio, con questo brano i Thegiornalisti si sono ripresi alla grande e Tommy si è riconfermato il solito belloccio, si, ma anche inguaribile romantico.

La canzone ha tutto: una bella melodia al pianoforte, tantissimo amore, ma anche calcio e addirittura politica. Estera.

“Sei la Nazionale del 2006”; ora, io non mi intendo per niente di calcio, ma so per certo che l’Italia nel 2006 è stata la vincitrice dei Mondiali. E proprio come senza quella squadra noi non avremmo vinto, il protagonista della canzone, senza l’altra persona non vincerebbe nella vita. Prova ad immaginare una vita senza di lei, che è partita ormai dall’aeroporto di Fiumicino e si vede solo mentre annaffia le piante e aspetta una sua telefonata. Rimarrà da solo al bar, senza sapere con chi parlare e sa che non ci sarà mai nessun’altra persona come lei nella sua vita.

Ad aiutare, anche il video; pubblicato il 20 marzo, è al numero 1 sulle tendenze. Siamo in un bar, uno di quelli dentro quei club esclusivi e un fantastico Alessandro Borghi (Aureliano di “Suburra”, per intenderci) beve al bancone e piange cantando tra sé e sé la canzone e giocando con la fede al dito. Il barista si gira ed è Tommaso, che, come in una classica scena da film, versa da bere al cliente e già sa che sarà il confidente della sua storia d’amore maledetta. Nessuno sembra accorgersi della disperazione del protagonista, tutti gli passano accanto e non lo notano neppure, sale sul palco del bar e canta a squarciagola al microfono ma a nessuno sembra interessare. Solo il nostro Tommy (che nonostante lavori li come tutti gli altri camerieri è vestito in modo diverso) lo capisce e subito corre al pianoforte dove accompagna il cantante. Basta questo e i due già sono migliori amici e bevono insieme. La canzone poi cambia d’improvviso e si carica e in due secondi Borghi impazzisce e sfoga tutta la sua rabbia, ovviamente sempre con un elegantissimo Tommy al suo fianco al piano, che guarda caso, sembra sapere a memoria il testo.

“La Corea del Nord non potrà fermare tutto questo”, niente e nessuno potrà mai fermare questo amore, nemmeno Kim Jong-un. Ma a quanto pare il barista si, che deve pulire e chiudere il locale. Insomma il video è bellissimo. La canzone pure, ma rimane una “stupida canzone d’amore”, di quelle già scritte e riscritte, una che poi si canterà sotto la doccia e mentre ci si prepara per uscire. Ma nonostante questo i Thegiornalisti hanno centrato l’obbiettivo e si sono ripresi dal tormentone prima estivo e poi invernale (“Da Sola/In The Night”). Ora aspetto con ansia il video parodia, Thegiornalai, confido in voi.

 


Reader's opinions

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.


Continue reading

[There are no radio stations in the database]