Giro di Lombardia: vince Nibali

Scritto da il 11 Ottobre 2017

Il 7 ottobre la classica delle “foglie morte” ha chiuso la stagione ciclistica internazionale. Il percorso è partito da Bergamo e si è concluso a Como con le iconiche salite del Ghisallo e il Muro di Sormano (2.7 km con punte del 15% di pendenza) per un totale di 247 km. Tante erano le attese vedendo i vari corridori in gara. Le aspettative più alte erano tutte per Vincenzo Nibali che per la seconda volta consecutiva è riuscito a prendersi il gradino più alto del podio tagliando, per la seconda volta conseguita per questa competizione, il traguardo prima di Julian Alaphilippe e Gianni Moscon completando il percorso in 6 ore e 15 minuti. Il campione si era già dimostrato in forma sfoggiando una gamba davvero brillante in occasione del Giro dell’Emilia e della “Tre Valli Varesine” e ha trovato l’occasione perfetta per ottenere un successo di peso dopo una stagione comunque di alto livello.

Tuttavia altri corridori su cui si puntava molto non hanno brillato tanto quante le aspettative di chi di ciclismo si intende. Sia Fabio Aru (italiano) che Quintana sono stati esclusi da podio e sono arrivati rispettivamente quinto e nono mentre l’olandese Dumoulin, una scoperta e scommessa del ciclismo, non ha potuto partecipare per influenza.

Come sempre il ciclismo regala sorprese e tante emozioni aspettando sempre l’inizio di una nuova stagione sicuramente non inferiore alla precedente.

 


Le opinioni dei lettori

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Campi richiesti con *


Continua a leggere

Radio Brusa

Young Station

Current track
TITLE
ARTIST