Grumellese 2-1 Calcio Brusaporto

Scritto da il 13 Gennaio 2019

La capolista Brusaporto inciampa in casa della Virtus Garda Grumellese nella prima partita al rientro dalla sosta natalizia. Un derby che vede i padroni di casa portare a casa 3 punti importanti, una vittoria con un altro sapore visto che l’avversaria è la momentanea regina del campionato.

I ragazzi di Poma non hanno nulla da perdere, giocano una buona partita sbagliando gran poco; dall’altra parte il team di Mignani appare visibilmente sottotono e poco grintoso.

I primi minuti dell’incontro ruotano a favore degli ospiti: al 5’ cavalcata in fascia destra di Zanchi, la prima di tante, il giovane calcia ma viene bloccato dai guantoni di Stuani. I padroni di casa ci provano con Bahirov, ma Gavazzeni riesce a proteggere tranquillamente la sua porta grazie all’aiuto di Santinelli.

Al 16’ è ancora Bahirov a rendersi pericoloso, cross per Vigani, ex dell’incontro, ma Esposito salva in angolo. Dopo pochi secondi fraseggio tra Piantoni e il solito Bahirov, tiro di quest’ultimo ma Gavazzeni si fa trovare pronto.

Il Brusaporto risponde con ben 2 azioni pericolose, ricche di scambi in area di rigore con protagonisti Serafini, Lorenzi, Ferrari ma nessuna delle due porta alla rete del vantaggio.

La prima occasione d’oro per i padroni di casa arriva al 21’: Lizzola apre per Vigani che davanti alla porta si fa anticipare da Tomasi che permette al suo portiere di salvare il risultato.

La capolista risponde con l’ennesima galoppata di Zanchi che crossa in area di rigore una palla perfetta per Lorenzi che si mangia un goal praticamente già fatto.

Il vantaggio di casa avviene su calcio piazzato: al 25’ Gavazzeni per cause di forza maggiore, buco difensivo clamoroso, è costretto a commettere un fallo ai danni di Bahirov. L’arbitro ammonisce il portiere ospite e fischia un calcio di rigore a favore dei padroni di casa.  Piantoni non sbaglia, Gavazzeni battuto e la Virtus davanti per 1-0.

Tomasi e compagni cercano in qualche modo di agguantare il pareggio: al 28’ ci prova Bonardi, ma il centrocampista offensivo sfiora la rete.  Ferrari ci prova al 32’ con un colpo di testa, ma la sfera va alta sopra la traversa. Al 35’ ci prova anche Dossi ma il suo tiro è troppo timido, Stuani para.

Il Brusa ci prova in diverse occasioni e viene premiato al 39’ con la rete del pareggio firmata ancora una volta da Ferrari. L’azione parte da un cross di Bonardi, duello aereo di Lorenzi con i difensori locali, la palla arriva sui piedi di Serafini che dal secondo palo crossa per l’attaccante ospite e il suo sinistro non perdona.

Le squadre si recano negli spogliatoi sull’1-1.

Secondo tempo vede il Brusaporto partire con il piede giusto: al 6’ punizione magistrale del solito Ferrari, Lorenzi non aggancia per pochissimo. Al 9’ ancora Brusa: Zanchi apre per Belotti in area, il portiere locale anticipa il centrocampista ospite. La Virtus ci prova con Vigani, ma il tiro dell’attaccante esce di poco.

La squadra di Poma non si accontenta del pareggio, ci crede e punta ai 3 punti, mentre il Brusaporto cala.

Al 22’ un errore evitabile ad opera di Santinelli ai danni di Bahirov, regala il secondo calcio di rigore alla Grumellese: il solito Piantoni calcia, Gavazzeni intuisce solo. Capolista sotto di una rete, prova a pareggiare in qualche modo ma gli errori si fanno sentire.

Il derby si chiude con la vittoria meritata della Grumellese che senza paura non si fa intimorire dalla regina Brusaporto che invece cade amaramente dopo la decima.

 

Rialziamoci subito, Avanti Brusa!


Le opinioni dei lettori

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Campi richiesti con *


Radio Brusa

Young Station

Current track
TITLE
ARTIST