Il “concertone” del Primo Maggio 2018

Scritto da il 10 Maggio 2018

Come da tradizione, il primo maggio a Roma si è tenuto il “Concertone”; punto di ritrovo è la piazza di San Giovanni, che anche quest’anno si è riempita in pochissimo tempo di ragazzi, di famiglie con bambini ma anche di qualche pensionato. La giornata del primo maggio ha unito tutti quindi, complice anche la musica, che ha spaziato dal rap, al rock, al pop, portando sul palco artisti noti, come Ermal Meta e Max Gazzè, ma anche volti nuovi e sorprendenti, come Galeffi e Frah Quintale.
L’evento è iniziato alle 15 (ma già dalle prime ore del mattino la gente era sotto il palco per accaparrarsi i posti migliori) ed è proseguito poi fino alla mezzanotte, con un’ora di pausa alle 19 che segnava la fine del primo tempo dello spettacolo.

E parlo proprio di spettacolo appunto, perché non solo cantanti che si esibivano ma anche una fantastica organizzazione tra luci, video, presentazioni e siparietti tra i due conduttori, Ambra Angiolini e Lodovico Guenzi.

I due, super abili nel tenere le redini di un evento cosi importante e di così tante ore, si sono messi in gioco, lasciando per una giornata le loro carriere di attrice e cantante per buttarsi in questa avventura.
Primi ad esibirsi, nonostante non fossero in scaletta, Lo Stato Sociale, che ha dato il vero e proprio via al concerto, lasciando poi Lodo sul palco insieme ad Ambra. Inizialmente molto più spigliata lei, Guenzi non si è però lasciato intimorire e dopo poco, complici forse anche tutti gli amici cantanti che lo raggiungevano sul palco, si è lasciato andare e ha portato anche sul palco del Primo Maggio la sua ironia e la sua simpatia.

Super le esibizioni di Frah Quintale e dei Canova, hanno lasciato invece un po’ insoddisfatti quelle di Galeffi e Gazzelle (ma assolutamente non per la qualità), che come poi hanno riferito i due artisti, per problemi riguardanti gli anni di attività, hanno potuto portare al concerto solo due brani: Fantastica Francesca Michielin che ha fatto cantare tutti e, per gli amanti del genere, ottime esibizioni anche quelle di Nitro e Gemitaiz.

Non da meno i ragazzi vincitori del contest, che hanno avuto l’occasione di esibirsi su un palco cosi grande e famoso per la prima volta: apprezzatissimi i ragazzi de La Municipal e Erio.

Meno apprezzato invece Sfera Ebbasta; nonostante la buona prestazione sul palco, il trapper ha poi postato sui social una sua foto con la sfacciata descrizione nella quale scriveva di essersi esibito con al polso ben due Rolex, gaffe che in una giornata come quella del primo maggio, dedicata ai lavoratori, ma soprattutto a chi un lavoro non ce l’ha, non è passata inosservata.
Per finire sul palco si sono esibiti i “big”; prima fra tutti e attesa per tutta la giornata Gianna Nannini che ha dimostrato ancora una volta che, nonostante l’età, è più forte di molti altri suoi colleghi molto più giovane di lei.
Il più ricordato? Sicuramente Cosmo. Durante la sua esibizione avvisa il pubblico che sta per saltare (cosa che ai suoi concerti abitualmente fa), salta, si butta sul pubblico e nessuno lo prende. Esibizione indimenticabile.

Insomma alla fine il concerto si è rivelato un evento davvero stupendo e per me, una grande sorpresa, che sicuramente da quest’anno inizierò a seguire.
In attesa del primo maggio 2019, continuerò a guardare i video di quest’edizione appena passata; primo in playlist, quello di Cosmo.


Le opinioni dei lettori

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Campi richiesti con *


Continua a leggere

Radio Brusa

Young Station

Current track
TITLE
ARTIST