La Fibra diventa una realtà anche a Brusaporto

Scritto da il 27 Giugno 2017

Ce l’abbiamo fatta, forse.

Ricordate il mio articolo di qualche mese fa, dove spiegavo la situazione di Internet a Brusaporto? Ecco, dimenticatelo. Finalmente, dal 12 giugno 2017 quasi tutti i cabinet Tim sono coperti dalla tecnologia in Fibra. Sottolineo il quasi tutti, perché all’ordine ne mancano ancora un paio; i tempi di attesa per questi ultimi non sono conosciuti, ma sono fiducioso che saranno brevi.

Oggi la Fibra è perciò una realtà anche per il nostro paese, permettendo una navigazione quasi a 100 Mbps in download e quasi 30 Mbps in upload. C’è voluto parecchio tempo, ma ne è valsa la pena! Ora, con la tecnologia che ci ritroviamo, saremo in grado di scaricare più dati in grandi quantità.

Attenzione però: avere la Fibra a 100 Mbps non vorrà dire che verranno caricati i dati in maniera più veloce, ma che verranno caricati più dati in contemporanea. Questa sottigliezza, non facile da capire per i non addetti ai lavori, è parecchio difficile da comprendere. Infatti, se si è passati da 7 Megabyte al secondo a 100 Megabyte al secondo, quello che è cambiato non è l’unità di misura del tempo (sempre di 1 secondo si parla), ma piuttosto cambia la quantità di dati che passano per quel tempo (Megabyte).

Perciò, se in precedenza si effettuava un’operazione che pesava pochi Megabyte, non si vedrà alcuna differenza ovviamente. Non è nel caricamento delle pagine web che si noterà la differenza, dato che hanno un peso davvero insignificante (quasi tutte). La grande differenza si vedrà ad esempio nel download di musica, album fotografici e video. Chiunque disponga di un servizio on demand (come Sky On Demand, Netflix, Tim Vision o Infinity, ad esempio) vedrà chiaramente la differenza nello scaricare i film, che alla massima qualità avranno un tempo di download probabilmente inferiore ai 10 minuti per un film di 2 ore.

Facendo un paragone stradale: non bisogna pensare che un’automobile va più veloce perché percorre un percorso in un tempo minore, ma piuttosto perché si è passati da una sola corsia a più corsie, permettendo a più auto di transitare su quel percorso.

Non male eh?


Le opinioni dei lettori

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Campi richiesti con *


Radio Brusa

Young Station

Current track
TITLE
ARTIST