Le parole di Matteo Palitto della Juniores APDO nel post-partita

Scritto da il 19 Febbraio 2018

Abbiamo posto qualche domanda a Matteo Palitto, calciatore della Juniores dell’Oratorio Brusaporto, per qualche sensazione a caldo il giorno dopo il match pareggiato per 1-1 sul campo dell’Atletico Chiuduno.

 

Siete riusciti a strappare un punto a una buona squadra su un campo difficile. Come pensi che sia andata la partita?

Penso che in fondo sia andata abbastanza bene: abbiamo svolto una buona prestazione, molto combattuta, e poi dovevamo riscattare la gara di andata, che avevamo perso 0-3. Nel primo tempo penso che siamo stati bravi ad attaccare ma soprattutto a difendere, anche se forse dovevamo dare qualcosa in più. Sicuramente siamo stati sfortunati per l’infortunio di Zanetti, il centrale di difesa. Nel secondo tempo quel rigore all’inizio poteva farci perdere le speranze ma abbiamo reagito, abbiamo avuto tante buone occasioni da gol anche se dovevamo concretizzarle meglio.

 

Viste le tante assenze dietro il mister ti ha schierato terzino, mentre generalmente giochi sulla fascia: come ti sei trovato nel nuovo ruolo?

È la seconda volta che gioco terzino quest’anno, dopo un’amichevole a San Paolo d’Argon e mi sono trovato bene: da lì vedi meglio come si svolgono le azioni, come funziona il gioco…Penso di aver giocato bene, a volte mi trovavo a salire un po’ troppo sulla fascia ma riuscivo sempre a tornare. Non mi è dispiaciuto, se servisse alla squadra lo rifarei.

 

Migliore in campo secondo te?

Thomas (Ravanelli, n.d.r). Dopo che Zanetti è uscito è entrato lui a metà campo ed è sempre stato grintoso su ogni pallone, magari non preciso nei passaggi ma bravo a vincere sempre i contrasti. Secondo me ha fatto una buona prestazione.

 

Sabato prossimo giocherete in casa contro il Tavernola. Sono terzi in classifica e all’andata hanno vinto per 3-1, anche se avete venduto cara la pelle. Qualche previsione?

Penso che sarà una gara molto combattuta, anche più di quella di Chiuduno. Loro sono nelle prime posizioni e di sicuro verranno per vincere. Noi invece vogliamo far capire che anche se siamo la squadra di un oratorio non abbiamo paura e vogliamo uscire dalla zona bassa della classifica, quindi la nostra ambizione sabato è di vincere. Il nostro obiettivo è quello di fare felici i tifosi che ci seguono sempre e soprattutto il mister, che per noi si impegna parecchio.

 


Le opinioni dei lettori

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Campi richiesti con *


Radio Brusa

Young Station

Current track
TITLE
ARTIST