L’iPhone compie 10 anni: la rivoluzione di Apple

Written by on 9 Gennaio 2017

Era il 9 gennaio 2007 quando Steve Jobs, in uno dei keynote più rivoluzionari della storia, presentò grandi novità per il mondo della musica, per il mondo della telefonia e per Internet, ma tutto in un unico dispositivo: nasceva l’iPhone. Secondo Apple questa sarebbe stata la reinvenzione del telefono. E come dar torto alla società di Cupertino!

L’iPhone era il primo telefono ad essere sempre connesso con la rete, con uno schermo completamente touch-screen e senza una tastiera fisica, con impostazioni e novità rivoluzionarie.

I modelli di iPhone

25946-1gmfqmj

E dal primo modello 2G (mai arrivato in Italia) sino al più recente 7, la scalata di Apple ha dovuto rimette in gioco tutta la concorrenza, da Nokia a Samsung, passando per Blackberry.

Come ha cambiato la nostra vita

iphone_nokia1

Vi ricordate com’erano i telefoni prima degli smartphone? Il dominio era affidato a Nokia, da sempre la più grande casa di telefoni. La società finlandese era seguita da Samsung e Motorola, mentre per il lavoro i preferiti erano senza dubbio i Blackberry.

Ogni messaggio ed ogni chiamata costava: in pochi avevano tariffe mensili o, se le avevano, costavano uno sproposito. E per i giovani il limite dei 100 sms giornalieri poteva non bastare! Oggi nei casi più drastici credo che gli sms per i giovani non raggiungano nemmeno i 20 mensili, ovviamente usati solo per coloro che non hanno social network.

Non esistevano le app: oggi come faremmo senza WhatsApp, Facebook, YouTube o Spotify sempre nelle nostre tasche?! Lo store di Apple nacque solo nel 2008, eppure senza di esso ci sentiremmo persi.

Poi la moda era sempre di avere un telefono più piccolo: si era passati da dispositivi giganti a telefoni dalle dimensioni sempre più contenute. Ora, invece, sembra che a vincere sia lo schermo grande; siamo infatti passati dal primo iPhone 2G da 3,5″ ai 5,5″ del 7 Plus. Non tralasciando che gli schermi a colori sono arrivati molto tempo dopo!

Oggi praticamente uno smartphone può fare tutto. Ti sei perso? Consulta il navigatore sul cellulare. Vuoi comprare un nuovo vestito? Basta andare sull’app del tuo negozio preferito e ordinarlo. Hai voglia di mangiare qualcosa? Guarda le recensioni di quel ristorante sul web. Ti piacerebbe leggere un bel libro? Beh, scaricalo e leggilo con tutta tranquillità. Vuoi passare del tempo con tuo figlio che è in vacanza-studio in Nuova Zelanda? Apri FaceTime o Skype ed ecco fatto.

E cosa ci riserva il futuro?

iphone-2-e1462905289750Insomma, oggi sono poche le attività che uno smartphone non ci permette di compiere. Ma il futuro quale sarà?

Negli ultimi anni il mercato degli smartphone si è appiattito. Apple e le sue concorrenti non hanno lanciato dispostivi rivoluzionari, ma si sono limitate a ritoccare dove i precedenti erano carenti, fornendo ora dispositivi sempre più precisi e ottimizzati. Ora però siamo arrivati al culmine.

È necessario che si re-inventi qualcosa di stupefacente e rivoluzionario se si vuole colpire il mercato, come lo si era fatto dieci anni fa. In quale mondo, però, ci si deve muovere? In quello wearable per la tecnologia indossabile, in quello del “sempre online”, o in altri settori inesplorati?

Staremo a vedere… Per il momento, tanti auguri iPhone! ❤


Reader's opinions

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.


Continue reading

[There are no radio stations in the database]