Nuove leggi e direttive sul Copyright

Scritto da il 16 Settembre 2018

Il 12 settembre 2018 è stata approvata dal parlamento europeo la nuova direttiva sul copyright, che va ad aggiornare la vecchia legge datata 2001.

Dopo essere stata rifiutata una prima volta nel luglio 2018 a causa di numerose critiche, soprattutto all’articolo 11 e 13, con l’ultima votazione si ha avuto il consenso di ben 438 votanti contro i 226 a sfavore; il parlamento ne ha quindi approvato la nuova versione modificata. Questa riforma rimane comunque un tasto dolente per molti, infatti secondo alcuni utenti si sarebbe approvata una “censura legalizzata” che va contro il principio di libertà di espressione che predomina sul web.

Prova di ciò è l’articolo 13 della nuova direttiva, quest’ultimo sancisce che le piattaforme online esercitino un controllo su ciò che viene pubblicato dai loro utenti, in modo tale da proteggere contenuti sottoposti a copyright; l’idea è che ogni fornitore si metta in contatto con case editrici, cinematografiche e discografiche per fornirsi di una licenza che permetta di ospitare contenuti protetti da copyright.

Un altro articolo che ha suscitato molto scalpore è l’11, quest’ultimo ha lo scopo di regolamentare il rapporto tra le piattaforme online, per esempio Google oppure Facebook, e gli editori, che da tempo si lamento a causa dello sfruttamento dei loro contenuti senza un adeguato compenso. La direttiva dice che ogni stato membro deve assicurarsi che gli editori ricevano compensi “consoni ed equi” per l’uso dei loro materiali da parte dei “fornitori di servizi nella società dell’informazione”, cioè le aziende di Internet. Gli emendamenti hanno chiarito meglio che il principio riguarda le grandi piattaforme e che esclude gli utilizzi privati dei link e il loro impiego non commerciale, per esempio nei progetti di conoscenza condivisa come Wikipedia.

La direttiva del copyright sarà ora analizzata nei negoziati tra istituzioni europee e stati membri, c’è ancora una possibilità che non sia adottata, nel caso in cui uno o più stati si mettano di traverso; i negoziati potrebbero durare più di un anno.


Le opinioni dei lettori

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Campi richiesti con *


Continua a leggere

Radio Brusa

Young Station

Current track
TITLE
ARTIST