Quanto dura una batteria?

Scritto da il 14 Dicembre 2017

Vi capita mai di andare nel panico perché tutto ad un tratto vi accorgete che il vostro telefono si sta per spegnere perché la batteria è quasi morta e magari non avete un caricatore a portata di mano?

Immagino di sì, anzi ne sono abbastanza sicuro. Questa è una delle problematiche più note degli ultimi tempi, ed ecco che nell’articolo di oggi ne parleremo brevemente, cercando di essere comunque esaustivi sulle cause ed i possibili rimedi di questa situazione particolare.
Appena compriamo un nuovo telefono, o un nuovo dispositivo in generale ci stupiamo sempre della durata della sua batteria, la quale spesso raggiunge la fine della giornata senza problemi (nel caso di uno smartphone). Dopo qualche mese però l’autonomia inizia a scendere e dopo circa un anno si iniziano ad avere seri problemi come ad esempio: avere il telefono scarico alle 3 di pomeriggio. La causa di questo fenomeno è data dalla struttura delle batterie. La tipologia più diffusa è la batteria al litio, questa, in base alla sua capacità che è misurata in Milliampere (mAh), ha un numero massimo di cicli di vita dopo i quali sarebbe da sostituire. Contando che le batterie di oggi contenute nei nostri telefoni hanno un tetto massimo di circa 500 cicli di carica/scarica, contando che il telefono viene caricato almeno una volta al giorno, spiega la diminuzione delle prestazioni dopo circa un anno. Ora sfatiamo qualche mito!
Sapevate che fare lunghi cicli di carica e scarica, da 100 a 0 e viceversa non aiuta la batteria come spesso si sente dire? È proprio l’opposto, infatti le batterie al litio non soffrono dell’effetto “memoria” quindi il loro ciclo non viene sballato se interrompiamo la carica a metà anzi, brevi cicli possono aiutarla a rimanere sempre efficiente.
Un altro mito? Beh.. non è necessario staccare il cavo quando la batteria raggiunge il 100%, infatti il sistema interrompe automaticamente l’affluenza di energia elettrica. Esistono ovviamente delle batterie alternative che hanno una durata maggiore nel tempo ma che si scaricano più in fretta. Ci sono poi altre aziende che hanno trovato il giusto equilibrio e che hanno sviluppato le “batterie del futuro” come ad esempio Tesla nelle sue macchine elettriche. Sicuramente con il tempo avremo batterie sempre più performanti e che ci permetteranno di caricare il telefono una volta alla settimana, proprio come si faceva anni e anni fa con i primi telefoni che duravano un’eternità, ma per ora ci dobbiamo accontentare di caricare i nostri dispositivi ogni notte per evitare di rimanere a secco.
Questo articolo finisce qui, consideratela come un’infarinatura generale..

Grazie per averci seguito, a presto!


Le opinioni dei lettori

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Campi richiesti con *


Continua a leggere

Articolo successivo

APDO Brusaporto 2-2 Montello


Immagine
Articolo precedente

Teddy bear


Immagine

Radio Brusa

Young Station

Current track
TITLE
ARTIST