SCP FOUNDATION

Scritto da il 20 Maggio 2016

Dopo questo periodo di assenza, sono tornata con una nuova curiosità da raccontarvi. Questa volta più che parlarvi di un evento accaduto nel corso della nostra storia, vi parlerò di un’associazione, sconosciuta ai più, che si occupa di qualcosa di estremamente particolare. Innanzitutto è doveroso ringraziare Gabriele, grazie a cui ho scoperto il sito Internet di questa organizzazione.

La SCP Foundation è una fondazione che si occupa di raccogliere e contenere entità, fenomeni, oggetti, creature anomale. SCP è infatti un acronimo che sta per Secure (Sicurezza) Contain (Contenimento) e Protection (Protezione), che rappresentano i tre obiettivi che l’associazione si pone. Partendo dalla Sicurezza, il gruppo controlla le anomalie attraverso una sorveglianza molto ristretta per evitare che tali creature possano finire nelle mani di associazione governative. Infatti l’associazione non intende sfruttare per alcun motivo gli oggetti che trova: si limita solo a studiarli e contenerli, come cita il secondo obiettivo. Perchè è necessario contenerli? Beh, la risposta è semplice. Alcuni oggetti potrebbero provocare danni se venissero esposti alla luce del sole, non solo ai membri della fondazione ma anche a tutta l’umanità. Per questo diventa importante proteggerli, finché la scienza non saprà dare loro un senso. Tuttavia nel caso in cui risultino troppo pericolosi, sarà l’associazione stessa a distruggerli, ma solo in casi estremi. Molte delle informazioni riguardo all’organizzazione sono mantenute segrete ad esempio i luoghi, sparsi per il mondo, dove le anomalie sono conservate. Inoltre anche molte delle descrizioni delle creature sono criptate, come si può notare dal sito che allego al termine di questo post.

Per poter organizzare meglio il tutto l’associazione classifica in modo diverso le anomalie, basandosi sulle difficoltà incontrate dalla fondazione nel contenimento e dalla minaccia che potrebbero rappresentare se liberate. La prima classe è chiamata Safe, poichè le anomalie che ne fanno parte sono state abbastanza comprese e riescono ad essere quasi completamente contenute. Tuttavia potrebbero rappresentare comunque un pericolo nel caso in cui venissero attivate, dunque bisogna prestare estrema attenzione. Il grado successivo è chiamato Euclid (dal nome del matematico Euclide) e comprende quelle anomalie imprevedibili o non sufficientemente comprese. Inoltre anche se non sempre possono essere contenute, non costituiscono una minaccia tale da essere considerate parte della classe successiva. In generale, tutte le stranezze capaci di movimento, pensiero o parola, prima di essere studiate ed esaminate vengono collocate in questa categoria intermedia. Infine la più temibile e pericolosa classe è chiamata Keter e contiene quelle anomalie che rappresentano una minaccia non solo per la Fondazione ma per tutta l’umanità. Queste devono essere contenute mediante procedure difficili e non completamente comprensibili. Si tratta di oggetti tanto pericolosi che talvolta possono essere neutralizzati soltanto utilizzando altre rare anomalie che appartengono alla classe Thaumiel. Alcune delle creature della SCP Foundation sono state completamente comprese e non rappresentano più una minaccia: esse appartengono alle classi Neutralized e Explained.

Arrivati a questo punto, il tutto vi sembrerà ancora molto astratto e confuso… Per questo ho deciso di raccontarvi la storia di una di queste anomalie, la SCP-173, nota anche come “La Scultura” (che si vede  nell’immagine alla fine del post). Classificata come Euclid, questa sorta di scultura dalle origini sconosciute ma situata nel Site-19 dal 1993, è collocata in una stanza che viene pulita ogni due settimane a causa della continua formazione di macchie di feci e sangue dall’origine dubbia. Soltanto 3 persone alla volta possono accedere alla stanza, due delle quali devono sempre mantenere un contatto visivo con la creatura, avvisando sempre prima di sbattere le palpebre. In caso contrario la creatura attacca soffocando o spezzando il collo ai “visitatori”.

È però necessario che a questo punto vi dica che in realtà non esiste alcuna vera associazione e che le storie narrate sul sito web della fondazione non sono altro che finzione. L’idea di creare uno strumento che cercasse di spiegare le anomalie di questo mondo è nata nel 2007 sulla piattaforma di 4chan, quando comparve appunto la storia di questa fatidica scultura inspiegabile. Nel 2008, dopo che il fenomeno era ormai diventato virale, venne aperto un sito in cui riunire tutte queste storie. Chiunque può contribuire: infatti seguendo un molte regole complesse chiunque potrebbe potenzialmente creare una creatura da inserire nel database che ad oggi conta circa 3000 voci.
Rimane ancora un dubbio da chiarire: da dove viene quella strana scultura usata come immagine per SCP-173? Si tratta di una scultura realizzata dall’artista giapponese Izumi Koto nel 2004 utilizzando legno, carbone e colori acrilici. Molte delle immagini che vedete sul portale sono infatti opere d’arte oppure foto ritoccate ad arte.

Sperando di avervi inquietato almeno un pochino, un saluto e alla prossima! 😜

image (SCP-173)

Sito web in italiano ➡ http://fondazionescp.wikidot.com

Sito web originale ➡ http://www.scp-wiki.net


Le opinioni dei lettori

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Campi richiesti con *


Continua a leggere

Radio Brusa

Young Station

Current track
TITLE
ARTIST